COWBOY BOOTS…

Photo by NATALIA ESTRADA©

CowboyBoots.

Un’icona per tutti noi.

Una mania.

Un catalizzatore visivo di uno stile di vita.

In tutte le forme, di ogni colore, per tutte le occasioni.

Questo tipo di stivali hanno aiutato la creazione del mito,ne hanno sottolineato l’unicita’culturale proiettando l’immagine del cowboy oltre le mode,scardinando ogni tentativo di rendere “a la page” un icona che rifiuta ogni etichetta tranne la propria identita’.

Cowboy boots,un simbolo.

Photo by NATALIA ESTRADA©

Ai piedi delle rock star,dei presidenti americani (Reagan docet),degli highway man in divisa, pistola, Rye-Ban specchiati e stella di latta sul petto…

Questi stivali hanno portato a spasso pin-up e starlettes,ma in fondo e veramente, l’unico posto vero è intorno ad un piede di un mandriano.

I cowboy boots sono nati per gente che spendeva la vita a cavallo.

Photo by NATALIA ESTRADA©

Immediatamente dopo la Guerra di Secessione (1860-1865), i primi reduci tornati in Texas trovarono un territorio brullo, arso abbandonato e pieno di vacche selvatiche.Non c’era molto altro da fare che radunare tutte quelle bistecche randage (come i vecchi mandriani chiamavano i longhorns) e portarle dove gli yankees avevano stomaci da riempire e soldi da spendere. Poco importava se si dovevano affrontare centinaia di chilometri nella polvere, tra tormente di sabbia, alluvioni, attacchi di indiani ostili, incursioni di banditi d’ogni genere, attraversamenti di fiumi impossibili e stampedes frequenti nelle notti di tuoni e fulmini….le alternative erano davvero poche.

I primi cowboys avevano ancora pezzi d’uniforme grigia addosso, stivaloni da cavalleria e vecchi cappelli di feltro sgualciti.

Cosi’ andarono all’ avventura.Un manipolo di uomini disperati che inventarono un mestiere inconsapevoli di creare un mito immortale ed un epopea degna delle omeriche fatiche.

Nel decennio successivo alle prime transumanze (cattle drives) i mandriani iniziarono a sviluppare un gusto tutto loro.

Con qualche dollaro in tasca, una buona sella sotto il sedere, sentirono la necessita’ di adeguare la loro immagine all’epica sensazione che si stava costituendo intorno alla figura di un uomo a cavallo che conduceva vacche ossute sulle piste dell’ ovest.

Photo by NATALIA ESTRADA©

Il lavoro era duro ed infame, ma l’aura d’avventura che circondava il West gia’a quei tempi decise inesorabilente l’ascesa eroica di questo umile personaggio rurale. I mandriani iniziarono a provarci gusto.

Cappelli,chaps,gilet,cuffs…ma soprattutto stivali e speroni.

I primi stivali non avevano destra e sinistra ed erano di misure sommarie.

Fatti per lo piu’da Messicani sul confine erano a buon mercato e robusti. Potevi comprarli per pochi pesos infilarteli ai piedi, metterli a mollo in un torrente o in una pozza per le vacche ed aspettare che il piede desse forma allo stivale. Lentamente tutto miglioro’.

I Cowboys iniziarono a fare gli sciccosi. Iniziali,forme,pellami diversi. Ogni stivale veniva fatto su misura.

Gli artigiani messicani si trasformarono in artisti.

Photo by NATALIA ESTRADA©

Durante il periodo storico che va dal vecchio settantacinque al novanta, la moda imperante tra i vaccari americani erano stivali su misura, stretti sul piede, bene a punta e con un tacco cosi’ alto che quando scendevano dalla sella sembravano tutti un branco di zoppi.

Problema che i mandriani risolvevano dicendo che i loro piedi erano stati creati per invecchiare nelle staffe,in sella a un buon cavallo.

A terra potevano restarci i cittadini, gli scarafaggi ed i serpenti.

Piu’ o meno,il pensiero è rimasto lo stesso anche oggi.

Ed anche oggi le mode hanno trasformato lo stile, i pellami ed i colori dei cowboy boots ,attraverso le epoche.

Ma comunque anche ai nostri giorni i massimi interpreti dell’ arte del bootmaking sono gli artisti messicani.In ogni bottega,fabbrica o atelier dove i cowboy boots prendono forma,ci sono le abili mani brune dei mejicanos (corretto nome dei mexicanos).

Photo by NATALIA ESTRADA©

Non ‘è soltanto una questione di manodopera a basso costo, ma una realta’ che rappresenta il trapasso di una tradizione da generazione in generazione. La lavorazione del cuoio in ogni sua forma in America e’ di heritage Spanish.basta pensare a Louis Ortega per il Rawhide….

Comunque,  i cowboy boots sono ancora nel terzo millennio un oggetto di culto immortale.

Moltissimi sono i brands che producono boots di qualita’,ognuno specializzato nel suo segmento di vendita. Fancy style, dressy style, western classic, vintage, Hillybilly,… working cowboy style.Questo tradizionale ed ultimo segmanto di produzione e styling si divide in Rodeo Boots,Buckaroo Boots,Roper Boots etc.

Photo by NATALIA ESTRADA©

Per chi,usa gli stivali per l’uso originale che ne determino’ la genesi (quindi,per chi monta a cavallo), stile e comodita’,rappresentano oggi un “must”imprescindibile.

Add A Comment


© Ranch-Academy.com 2021 | Proudly Powered by Wordpress | Website by